LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
La cattedra insanguinata
THRILLER - OTTOBRE 2008

È il caso del professor Michelangelo Zanframundo, che una prestigiosa Università milanese di economia e management richiama dagli Stati Uniti. Ufficialmente per insegnare. Ufficiosamente - data la sua fama di detective dilettante - per indagare su un orribile delitto che offusca la nobile e serena immagine dell'Ateneo. Altri delitti seguiranno, mettendo ...

È il caso del professor Michelangelo Zanframundo, che una prestigiosa Università milanese di economia e management richiama dagli Stati Uniti. Ufficialmente per insegnare. Ufficiosamente - data la sua fama di detective dilettante - per indagare su un orribile delitto che offusca la nobile e serena immagine dell'Ateneo. Altri delitti seguiranno, mettendo a dura prova "cellule grigie" da Nobel. Corpulento, colorito e sarcastico come un Nero Wolfe meno statico, il Prof si muove per i corridoi e le aule dov'è stato giovane, aspirando gli effluvi, non proprio voluttuosi, di un pollaio accademico squisitamente italiano. I moventi non mancano: ricatti, meschine gelosie, speculazioni immobiliari e sesso, com'è ovvio. Troppi. Ma, in un labirinto di depistaggi che a un certo punto vede lui stesso nelle vesti di principale indiziato, Zanframundo saprà farsi strada, obbedendo quasi svogliatamente a quella che è "la Missione del Dotto" (oltreché del detective): scoprire la Verità.