LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
Sogni di pioggia
NARRATIVA - SETTEMBRE 2008

Nel complesso decennio che precede l'avvento del regime degli ayatollah, l'Iran si presenta come un paese lacerato tra numerose identità in conflitto. La stessa Yaas, la dodicenne protagonista di questo romanzo, è nata in una famiglia che testimonia di questa affascinante ma pericolosa precarietà: figlia di un padre ebreo eppure integrato nell'elite...

Nel complesso decennio che precede l'avvento del regime degli ayatollah, l'Iran si presenta come un paese lacerato tra numerose identità in conflitto. La stessa Yaas, la dodicenne protagonista di questo romanzo, è nata in una famiglia che testimonia di questa affascinante ma pericolosa precarietà: figlia di un padre ebreo eppure integrato nell'elite musulmana di Teheran, Yaas si fa voce narrante per raccontare la difficile esistenza di sua madre Bahar, da giovane sposa innamorata a moglie di un marito adultero e distante, libero di disporre di sé in un mondo che di giorno in giorno restringe invece sempre più gli spazi consentiti alle donne, specialmente di religione non islamica. Le aspirazioni frustrate di moglie e di madre di Bahar, colpevole di non avere dato al proprio sposo un erede maschio, riceveranno l'ennesimo e più duro colpo quando a Yaas, nata con una chioma rosso fuoco che già la distingue inopportunamente dalle coetanee, viene diagnosticata una malattia dell'udito che la condanna alla sordità, sottraendola pertanto al matrimonio. Una condizione che, nell'emarginare ulteriormente la giovane, ne affina tuttavia prodigiosamente lo sguardo, la voce, la sensibilità, trasformandola nella narratrice acuta e profonda di un'appassionante e tragica storia sulla difficile ricerca dell'identità e della dignità in un mondo che mortifica la donna.