LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
LE ALTERNATIVE DELL'AMORE

Questo romanzo parla d'amore e di guerra, di verità nascoste e coincidenze che forse tali non sono. Ma anche di cibo, di vini eccellenti e di un posto bellissimo come la borgogna. Due storie che si intrecciano a settant'anni di distanza l'una dall'altra: quella di tristan dubois, giovane scrittore parigino che si rifugia in un piccolo paese nel cuore della côte d'or in cerca dell'ispirazione perduta e per riconciliarsi con il ricordo di isabelle, che lo ha lasciato quattro mesi prima, ma che continua ad amare; E quella di wilfred baumann, ex ufficiale nazista che durante l'occupazione tedesca in francia comandava un piccolo plotone dislocato nello stesso paese in cui, per oscure ragioni, è tornato a vivere dopo anni...

Questo romanzo parla d'amore e di guerra, di verità nascoste e coincidenze che forse tali non sono. Ma anche di cibo, di vini eccellenti e di un posto bellissimo come la borgogna. Due storie che si intrecciano a settant'anni di distanza l'una dall'altra: quella di tristan dubois, giovane scrittore parigino che si rifugia in un piccolo paese nel cuore della côte d'or in cerca dell'ispirazione perduta e per riconciliarsi con il ricordo di isabelle, che lo ha lasciato quattro mesi prima, ma che continua ad amare; E quella di wilfred baumann, ex ufficiale nazista che durante l'occupazione tedesca in francia comandava un piccolo plotone dislocato nello stesso paese in cui, per oscure ragioni, è tornato a vivere dopo anni, comprando la grande villa che a quel tempo era la sede dei soldati. Gli abitanti del posto ne parlano mal volentieri e dipingono baumann come una persona spregevole che si è macchiata di crimini orrendi, tra cui la fucilazione di dieci civili e l'istigazione al suicidio o addirittura l'omicidio di una giovane cameriera che lavorava nella villa. Dubois, incuriosito dalla vicenda del vecchio ufficiale, comincia a indagare sul suo passato, scontrandosi contro un muro di omertà. L'incontro tra i due uomini sarà illuminante per entrambi e cambierà le loro vite, in un turbinio di emozioni.