LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
OMICIDIO SENZA COLPA. UN'INDAGINE DEL COMMISSARIO LUCCHESI

 Omicidio senza colpa di Gianni Simoni

Un vecchio professore, vedovo e solo, viene trovato senza vita, appeso a una corda in mezzo al salotto di casa sua. Pochi minuti e una rapida, sapiente occhiata bastano al commissario Andrea Lucchesi per intuire che non si tratta di suicidio. Un ragazzino scarno e malconcio, dall'aria impaurita e lo sguardo sfuggente, è appoggiato al muro di un palazzo del centro di Milano. Una visione fugace e Lucchesi ha un presentimento, fiuta qualcosa che non va e mette alcuni dei suoi uomini migliori sulle sue tracce per vederci chiaro. Un'intuizione, quanto basta a Lucchesi per aprire due casi. Due casi all'apparenza molto diversi, ma nel profondo accomunati dal fatto che entrambe le vittime sono esseri soli, deboli, orbi di ogni affetto e alla mercé di persone senza scrupoli. E quelle in difesa dei deboli sono le battaglie che Lucchesi combatte con più convinzione, tenacia, furore. Perché lui ha respirato la solitudine, ha subito l'ostracismo del mondo, conosce la cattiveria degli uomini quando sanno di essere più forti. E vuole giustizia. Se non per se stesso, almeno per gli altri.