LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
Se son rose
NARRATIVA ROSA - GIUGNO 2009

Sono passati appena tre mesi dal fatidico sì, ma Francesca e Giovanni sono già ai ferri corti. Il dolce principe azzurro si è trasformato in Shrek. Tutto musi e grugniti. E dopo l’ennesimo litigio è partito da solo per Parigi, per un viaggio programmato insieme. È vero che Francesca si è lanciata con le amiche ad aprire un’agenzia di viaggi investendoci tutti i risparmi senza che lui quasi lo ...

Sono passati appena tre mesi dal fatidico sì, ma Francesca e Giovanni sono già ai ferri corti. Il dolce principe azzurro si è trasformato in Shrek. Tutto musi e grugniti. E dopo l’ennesimo litigio è partito da solo per Parigi, per un viaggio programmato insieme. È vero che Francesca si è lanciata con le amiche ad aprire un’agenzia di viaggi investendoci tutti i risparmi senza che lui quasi lo sapesse. È vero che dovrebbe consegnare all’editore il libro promesso entro due settimane e non ne ha scritta neanche una riga. È vero anche che lui partendo le ha lasciato i soldi per le bollette, che lei ha speso per comprarsi libri, tra cui uno per farsi da soli creme e saponi. Così risparmierà un sacco su tutti i regali presenti e futuri, ma vallo a spiegare all’orco. Insomma, il rapporto vacilla, e Francesca, con il sostegno delle amiche, vuole rimediare. Si metterà a scrivere, spenderà meno, e imparerà l’arte della seduzione. Arriva perfino a promettergli una serata very hot, e per una che usa i tacchi a stiletto per vangare l’orto, bisogna dire che è una bella sfida.
Comunque, tra drammi surreali e terribili equivoci, Francesca scoprirà che suo marito la ama più di quanto immaginasse, anche se lì per lì vorrebbe sparargli. Per questo sta meditando di regalargli un giubbotto antiproiettile.