LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
La strana giornata di Alexandre Dumas
NARRATIVA STORICA - APRILE 2009

Quella sarebbe stata una giornata come tutte le altre per Alexandre Dumas, se non fosse stato per una strana donna sulla settantina che gli aveva proposto di leggergli gli astri per l’anno successivo, il 1844. Dopo i primi convenevoli, infatti, si era accorto che lei non aveva alcuna intenzione di parlargli dell’oroscopo, ma che aveva una storia da raccontare, la ...

Quella sarebbe stata una giornata come tutte le altre per Alexandre Dumas, se non fosse stato per una strana donna sulla settantina che gli aveva proposto di leggergli gli astri per l’anno successivo, il 1844. Dopo i primi convenevoli, infatti, si era accorto che lei non aveva alcuna intenzione di parlargli dell’oroscopo, ma che aveva una storia da raccontare, la propria. Per una volta sarebbe stato lui lo spettatore.
Tutto aveva avuto inizio a Modigliana, in Romagna, dove la madre della chiromante, Vincenza, l’aveva data alla luce e l’aveva chiamata Maria Stella. In breve, però, Vincenza si era accorta che l’accenno di chioma scarlatta e i piccoli occhi di cielo della neonata non potevano venire né da lei né da Lorenzo, suo marito, entrambi neri come la pece. Quella non era sua figlia.
Quando, però, aveva provato a parlare dei suoi sospetti, nessuno le aveva creduto, perciò Vincenza si era messa a frugare la casa in lungo e in largo e a chiedere ai vicini; era arrivata addirittura a interrogare il signor conte.
La scoperta cui era giunta era stata sconcertante, ma Vincenza non si era confidata con nessuno se non con la diretta interessata, che per anni aveva mantenuto il segreto. Fino al giorno in cui Maria Stella aveva deciso di raccontare ad Alexandre Dumas, il grande scrittore, la storia delle sue origini, uno scandalo che avrebbe potuto minare dalle fondamenta l’intero regno di Francia.