LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
Il potere dell'ombra
RAGAZZI - FEBBRAIO 2009

May e Selina sono amiche. Vere amiche: la spregiudicata Selina si diverte a turbare e sconvolgere la timida May che a sua volta ha bisogno dell'interesse, del calore, della luce dell'altra. Due facce di una stessa medaglia, due aspetti di una stessa anima. May sa che dentro di sé c'è qualcosa che aspetta di emergere, e desidera che Selina lo veda. Ma non può immaginare ...

May e Selina sono amiche. Vere amiche: la spregiudicata Selina si diverte a turbare e sconvolgere la timida May che a sua volta ha bisogno dell'interesse, del calore, della luce dell'altra. Due facce di una stessa medaglia, due aspetti di una stessa anima. May sa che dentro di sé c'è qualcosa che aspetta di emergere, e desidera che Selina lo veda. Ma non può immaginare che l'amica ha ben altro per la testa: sostiene di essere una strega e offre a May la possibilità esserlo a sua volta. Un sodalizio magico, che le lega per sempre, in nome del temibile Potere dell'Ombra. Attratta e atterrita al tempo stesso, May sente che quella magia sta penetrando nel suo quotidiano; vede cose che prima non vedeva, coglie significati dove prima non c'erano. Scopre il sapore della ribellione alla famiglia e alle convenzioni. Ma soprattutto scopre la forza travolgente dell'amore, le sue tirannie, il suo mistero. E fin dove può arrivare per averlo. Una Jacqueline Wilson diversa dal solito, dalla prosa asciutta e dalle atmosfere cupe, racconta il passaggio dall'infanzia all'adolescenza, scandito da amore e dolore, consapevolezza e rabbia.