Estate 2017: parto per un viaggio tra passato e presente alla ricerca delle mie radici. Sento il bisogno di andare oltre le immagini, le date, i racconti che già conosco e quello che scopro, strada facendo, mi appassiona sempre di più. Rivivo la gioventù dei bisnonni, dei nonni e dei miei genitori e mi circondo di sensazioni, profumi e sapori lontani. Passo dopo passo costruisco il mio castello di carta, che prende forma quasi senza che me ne accorga, un luogo dove il tempo si è fermato per sempre e dove i miei figli potranno ritrovarsi se mai si sentiranno perduti."/>

LIBRERIA

La storia della libreria Tarantola inizia con Alfredo, considerato uno dei capostipiti di quelle famiglie pontremolesi che dalla Toscana si mossero, contribuendo alla diffusione del libro in Italia. Furono in molti a varcare il Passo della Cisa, girovagando per il Paese a vendere testi e volumi contenuti in capienti gerle di legno appese alle spalle. Durante il periodo della carboneria i libri così distribuiti vennero a rappresentare preziose custodie di volantini inseriti fra le pagine [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
NOVITÀ
HOME
PRESENTAZIONE DEL LIBRO "STORIE DI FAMIGLIA"

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "STORIE DI FAMIGLIA" DI CHIARA CAROTTI ALLA LIBRERIA TARANTOLA, ALLE ORE 18 DELL'8 DICEMBRE 2017.   Estate 2017: parto per un viaggio tra passato e presente alla ricerca delle mie radici. Sento il bisogno di andare oltre le immagini, le date, i racconti che già conosco e quello che scopro, strada facendo, mi appassiona sempre di più. Rivivo la gioventù dei bisnonni, dei nonni e dei miei genitori e mi circondo di sensazioni, profumi e sapori lontani. Passo dopo passo costruisco il mio castello di carta, che prende forma quasi senza che me ne accorga, un luogo dove il tempo si è fermato per sempre e dove i miei figli potranno ritrovarsi se mai si sentiranno perduti.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "STORIE DI FAMIGLIA" DI CHIARA CAROTTI ALLA LIBRERIA TARANTOLA, ALLE ORE 18 DELL'8 DICEMBRE 2017.   Estate 2017: parto per un viaggio tra passato e presente alla ricerca delle mie radici. Sento il bisogno di andare oltre le immagini, le date, i racconti che già conosco e quello che scopro, strada facendo, mi appassiona sempre di più. Rivivo la gioventù dei bisnonni, dei nonni e dei miei genitori e mi circondo di sensazioni, profumi e sapori lontani. Passo dopo passo costruisco il mio castello di carta, che prende forma quasi senza che me ne accorga, un luogo dove il tempo si è fermato per sempre e dove i miei figli potranno ritrovarsi se mai si sentiranno perduti.


Vedi anche...