CASA EDITRICE

La piccola editoria cosiddetta perché nasce e si sviluppa in realtà culturali circoscritte, fonda la propria attività sulla disponibilità a seguire passo passo la creazione di opere letterarie a caratterizzazione varia (libri di narrativa e poesia, ristampe anastatiche e volumi d'arte). Vedono la luce, in tal modo, creazioni che acquistano un significato piú specifico nel contesto provinciale o regionale in cui originano e vengono principalmente distribuiti [...]


CONTATTI
SERVIZI
STORIA
CATALOGO
HOME
Il sentiero delle acque dolci
Autobiografia di un'individuazione maschile

Autore:  Paolo Mombelli

Anno: 2010
Pagine: 152
ISBN: 9788895839912
Stato: Esaurito

Nella vita di ciascuno di noi è utile, prima o poi, fermarsi a riflettere. Recuperare i ricordi alla memoria, restituire una direzione e un senso ai propri anni trascorsi. Rivedere il dolore per trarne forza, riprendere tra le mani le gioie per goderne un attimo ancora e poi lasciarle volare via. La vita dona perchè è essa stessa un dono colmo di novità e di sorprese, gradevoli e non. Nella vita di ciascuno di noi è utile, prima o poi, fermarsi a riflettere. Retrospettiva che mette a posto le cose, comprende, giustifica. A favore di una prospettiva, quello che verrà, il futuro. Per impedire che il tempo, lasciato senza uno sguardo, riproduca se stesso in una circolarità perversa di eterno ritorno all'identico. Carl Gustav Jung, psichiatra e psicanalista svizzero e grande viaggiatore e studioso dei miti, dei riti e dei simboli dei popoli, raccontò che nei villaggi dei nativi americani del popolo Pueblos, ogni giorno, per l'intera durata della luce, un giovane seduto sulla roccia più alta guardava il sole. Facevano a turno, gli occhi non reggono a lungo la vista della stella, quando ci è così prossima. Incuriosito da tale comportamento, lo scienziato ne chiese al capo di un villaggio il motivo e la finalità. Il capo rispose che il sole sorge, ci illumina e ci riscalda, consente la vita sulla Terra, ma ha bisogno che noi glielo chiediamo. Il sole sorge tutti i giorni, e crea l'alba, perchè sa che un uomo lo attende. E tramonta con la nostalgia di tornare il giorno dopo, perchè non vuole deludere l'attesa di quell'uomo. Mi sono arrampicato sulla roccia alta, quella che consente il panorama morbido. Non ho mai perso di vista la mia vita, affinchè la mia vita non perdesse di vista me. Questo libro è la storia degli sguardi tra me e la mia vita. Forse, però, se leggete tra le righe, chiudete gli occhi e provate a sentire, può essere anche un tratto della strada di ciascuno di voi. In fondo gli uomini sono molto più simili tra loro di quanto siano diversi.

VEDI ANCHE

Gli occhi che non doveva incontrare
2016
9788867771554

18,00

L'uomo con la valigetta
2012
9788897107842

14,00

Merlin e Coccai
2010
9788895839936

17,00

VERSO SERA PER ASPRO MARE
2017
9788867771622

15,00

Ma... Voi non chiamatele poesie
2012
9788897107965

16,50

La nascita
2013
9788867770182

14,00